CHI SIAMO

La lista Artènasarco nasce da obiettivi condivisi tra imprenditori che operano nei settori della produzione, del credito, del commercio e dei servizi, coordinati dall’esperienza e dall’autorevolezza di Confartigianato Imprese, una delle più rappresentative Organizzazioni imprenditoriali italiane firmataria degli accordi economici contrattuali.

Nella lista Artènasarco sono rappresentate imprese mandanti di tutte le dimensioni: grandi e piccole realtà aziendali, così come attività imprenditoriali con un solo agente. Ciò al fine di garantire e soddisfare le aspettative di tutti gli operatori.
cesare-fumagalli
“E’ la prima volta che Confartigianato presenta una propria lista insieme a un’associazione di Agenti perché molte sono le imprese artigiane che si avvalgono di questi professionisti.
Nel passato abbiamo assistito dall’esterno alla conduzione dell’Enasarco, questa volta vogliamo dare direttamente il nostro contributo per la futura gestione dell’Ente.
La partecipazione diretta è uno stile di Confartigianato, una partecipazione senza clamore ma per raggiungere obiettivi concreti”.

Cesare Fumagalli
Segretario Generale Confartigianato Imprese
ELEZIONI ENASARCO 2020

PERCHÈ CONFARTIGIANATO È SCESA IN CAMPO

Intervista a Cesare Fumagalli, Segretario Generale Confartigianato Imprese


video-youtube-icon
massimo tamborrino artenasarco 2020
"Noi ci consideriamo degli artigiani 2.0. Artigiani perché lavoriamo esclusivamente grazie alle nostre energie, il nostro impegno materiale e intellettuale. È per questo motivo che abbiamo deciso di partecipare al rinnovo delle cariche elettive di Enasarco insieme a Confartigianato che rappresenta oggi l’organizzazione più vicina alle caratteristiche della nostra professione. Siamo imprenditori e ci mettiamo in gioco per i nostri colleghi e per le imprese che effettuano questo genere di attività insieme a noi. Non siamo venditori di fumo. Il nostro impegno è di portare Enasarco ad essere una casa di cristallo, limpida, in cui tutte le decisioni possano essere prese senza destare alcun sospetto sulla reale finalità delle stesse”.

Massimo Tamborrino
Imprenditore servizi finanziari e Agente in attività finanziaria – Capolista ‘Arténasarco’
ELEZIONI ENASARCO 2020

IL NOSTRO IMPEGNO PER IMPRESE E RAPPRESENTANTI

Intervista a Massimo Tamborrino, Capolista 'Artènasarco'


video-youtube-icon
enasarco trasparente 500

I CANDIDATI


Massimo
TAMBORRINO
antonio apollonio

Antonio
APOLLONIO

Marcello
APOLLONIO

Dario
BRUNI

Giovanni
CANTELE

Michele
GIOVANARDI

Patrizia
MAGGIO

Giuseppe
PEZZATI

Amilcare
RENZI

Giovanni
SILETTI

Gianluca
TRIBOLATI

TUTTI I CANDIDATI

Massimo TAMBORRINO
Antonio APOLLONIO
Giovanni CANTELE
Giovanni SILLETTI
Mario GIANFREDA
Vincenzo MARANGIO
Vito OCCHIONE
Patrizia MAGGIO
Marcello APOLLONIO
Francesco BELLANTONI
Amilcare Antonio RENZI
Orazio OCCHIONE
Dario BRUNI
Giuseppe PEZZATI
Gianluca TRIBOLATI
Lucio MITA
Lucia MANNO
Lorenzo MITA
Massimiliano STARACE
Michele GIOVANARDI
Claudio CALDARULO
Giuseppe PISCOPO
Luigi CAMPOBASSO
Giuseppe DE VANNA
Angela MAZZILLI
Luciano DE NUZZO
Andrea GAROFALO
ENASARCO COERENTE

IL PROGRAMMA

ENASARCO TRASPARENTE

Procedure di gestione chiare, accessibili, efficienti.
Rating di professionalità e legalità per agenti e preponenti

Clicca per approfondire
  • Enasarco, ente di diritto privato incaricato dell’assolvimento di una funzione pubblicistica, deve assicurare procedure trasparenti, accessibili, verificabili per il conferimento degli incarichi e per la loro comprovata efficacia.
  • La sostenibilità di lungo periodo della gestione di Enasarco deve essere garantita con procedure che consentano di individuare rating di affidabilità e legalità per tutti gli operatori, agenti e preponenti. Obiettivo: assicurare un’operatività corretta e solidale in linea con i principi che ispirano Enasarco.

ENASARCO COERENTE

Formazione e aggiornamento professionale, qualificazione e certificazione delle competenze: al centro della mission istituzionale per gli agenti e per le aziende

Clicca per approfondire
  • Enasarco deve ritornare a svolgere i compiti istituzionali stabiliti dal proprio Statuto, vale a dire la formazione professionale cui si deve aggiungere l’aggiornamento professionale sempre più indispensabile ai protagonisti dell’intermediazione.
  • Enasarco deve diventare catalizzatore del mercato del lavoro per favorire l’incontro tra domanda e offerta delle risorse professionali in Italia e a livello internazionale.
  • L’evoluzione e i costanti mutamenti nel settore dell’intermediazione impongono percorsi di costante aggiornamento.
  • La Fondazione deve aiutare l’azienda a creare la propria rete di professionisti tramite percorsi di segnalazione, reclutamento, certificazione delle competenze dei professionisti dell’intermediazione.
  • La formazione e la qualificazione professionale devono essere al centro degli impegni di Enasarco e valorizzate non soltanto nei confronti degli agenti ma anche e soprattutto delle aziende per costruire e gestire la rete di agenti. Va pertanto costituito un Fondo per la formazione e la certificazione delle competenze che offra ad agenti e ditte preponenti un sostegno formativo adeguato alle nuove esigenze del mercato.

ENASARCO PARTNER E ALLEATA DELLE IMPRESE

Al fianco delle piccole e medie imprese, motore economico d’Italia, anche con la creazione di Fondi di garanzia per sostenere i progetti di crescita delle aziende preponenti

Clicca per approfondire
  • Enasarco deve contribuire alla crescita del Paese, delle imprese e degli agenti rappresentanti di commercio.
  • Le piccole e medie imprese sono il motore economico d’Italia. Enasarco deve sostenere il loro sviluppo attraverso strumenti di private equity per accompagnare piani di rilancio, di internazionalizzazione, di rinnovamento generazionale, acquisizioni di quote di minoranza con diritti di governance attiva nel medio-lungo periodo.
  • Enasarco deve favorire l’accesso delle piccole e medie imprese a forme di garanzia alternative a garanzie reali che, se immobilizzate, paralizzerebbero l’attività dell’azienda.
  • Enasarco deve individuare strumenti per la crescita delle piccole e medie imprese preponenti e per rafforzarne il vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza dei colossi dell’e-commerce. A questo fine vanno costruiti strumenti di filiera capaci di massimizzare il vantaggio sia per le Pmi e gli agenti di commercio sia per gli intermediari finanziari (banche e confidi).
  • E’ necessario costituire un Fondo di sostegno con tre linee di intervento:

    1. Contributo in conto interessi per azzerare il costo del finanziamento bancario finalizzato all’attività dell’impresa o dell’agente di commercio attraverso accordi diretti con gli istituti di credito;
    2. Costituzione di una Sezione speciale dedicata alle imprese aderenti e agli agenti di commercio all’interno del Fondo Centrale di Garanzia per le Pmi, attraverso la sottoscrizione di un accordo con la Cassa Depositi e Prestiti. Questo con l’obiettivo di creare un canale ad hoc e privilegiato di accesso alla garanzia pubblica per le Pmi e gli agenti di commercio;
    3. Costituzione di un fondo rischi presso i Confidi finalizzato a rilasciare garanzie alle Pmi e agli agenti di commercio con l’obiettivo di ridurre il costo del finanziamento e promuovere l’accesso al credito con minori garanzie. Collegata alla creazione del fondo andrebbe prevista l’erogazione di un voucher di garanzia a favore di Pmi e agenti di commercio garantiti dai Confidi per diminuire i costi della garanzia.
ENASARCO PARTNER_Tavola disegno 1

QUANDO E COME SI VOTA

Il meccanismo di voto online richiede alcuni passaggi e un po’ di attenzione, l’intera procedura si conclude comunque in pochi minuti. Di seguito trovate le istruzioni ufficiali di Enasarco, la guida illustrata al voto e un tutorial video agile e coinvolgente che sottolinea i principali passaggi.
Se hai ancora qualche dubbio o proprio vuoi andare sul sicuro, i nostri collaboratori sono a tua disposizione al numero 06.400.60.370 per supportarti nelle operazioni di voto dalle 9:00 alle 20:00 in tutti i giorni in cui sarà possibile votare.

QUANDO SI VOTA?

Le elezioni durano quattordici giorni, dal 24 settembre al 7 ottobre 2020.

Si può votare dalle 9.00 alle 18.00 nei giorni dal lunedì al venerdì e fino alle 20.00 nei giorni di sabato e domenica, secondo quanto previsto dal Regolamento elettorale.

COSA SERVE PER VOTARE?

  • Essere presenti negli elenchi elettorali;
  • Avere a disposizione il proprio certificato elettorale;
  • Avere un cellulare a portata di mano;
  • Conoscere il proprio identificativo Enasarco (numero di matricola agente o posizione ditta).

IL CERTIFICATO ELETTORALE

  • Si riceve il certificato elettorale a mezzo posta elettronica certificata - PEC (ricordiamo che è una modalità che garantisce tempi brevi di trasmissione e un risparmio economico per la Fondazione Enasarco);
  • Nel caso in cui l’elettore non abbia un indirizzo PEC oppure la Fondazione non abbia ricevuto una notifica di ricezione, il certificato elettorale viene spedito a mezzo raccomandata A/R presso l’indirizzo presente in anagrafica, consultabile sull’area riservata https://in.enasarco.it.

COME SI VOTA

Il voto si esprime con modalità elettronica:
  • Chi ha ricevuto il certificato elettorale all’indirizzo PEC troverà nel messaggio un link diretto per aprire l’urna elettorale;
  • Chi ha ricevuto il certificato elettorale a mezzo raccomandata A/R troverà un codice QR per aprire l'urna elettorale;
  • L’elettore sarà accompagnato al voto, passo dopo passo, da spiegazioni puntuali presenti in ogni schermata dell’urna elettorale.

CONTATTA IL CAPOLISTA

Massimo TAMBORRINO

       
Massimo TAMBORRINO